WebP su WordPress 5.8: Convertire Immagini

Condividi la Conoscenza

WordPress 5.8 supporterà il formato WebP. L’uscita della nuova versione è prevista per il 20 luglio del 2021.

Questo formato immagine sviluppato da Google è disponibile dal 2010, consentirà a WordPress migliori performance anche in ottica Web Vitals visto che offrirà una compressione dei dati più efficiente.

Il nuovo formato immagini migliora la compressione mediamente del 30% rispetto alle immagini jpg e png e adopera sia la compressione Lossy che Lossless.

immagini webp google
WebP Google

La codifica Lossy comporta nella compressione la perdita di dati e questo permette di ridurre il peso dell’immagine, ma si ha anche una riduzione della qualità visiva, mentre con la compressione Lossless il quantitativo di dati resta invariato rispetto all’immagine originale, riuscendo comunque a ridurne il peso e mantenendo inalterata la qualità visiva. Con questa codifica si ottiene una riduzione del peso inferiore rispetto al metodo Lossy.

Il Web Hosting su cui è installato WordPress deve però supportare il formato WebP tramite la libreria Imagick, inoltre se si usa un CDN, anche quest’ultimo dovrà prevedere la gestione di questo formato.

Cloudlflare, ad esempio, offre questa possibilità solo nella versione a pagamento.

WordPress non è in grado di convertire direttamente un’immagine JPG o PNG nel formato WebP, per questo motivo è possibile usare tool esterni come Sqoosh oppure in alternativa utilizzare uno dei plugin che WordPress mette a disposizione come Imagify o EWWW Image Optimizer.

Bisogna, inoltre, anche considerare la necessità di dover convertire le immagini già caricate in WordPress, cosa possibile sempre tramite plugin.

Il team di sviluppo sta tenendo d’occhio per ulteriori future implementazioni anche altri formati immagini più recenti come AVIF e JPEGXL che hanno un fattore di compressione anche superiore a parità di qualità visiva.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Non ti dimenticare di…

scaricare la guida su WordPress per sapere cosa fare dopo l’installazione.

Condividi la Conoscenza

Leave a Reply