Gutenberg WordPress : Pregi e Difetti del nuovo Editor

Il nuovo editor Gutenberg di WordPress introduce il concetto dei blocchi i quali permettono di facilitare l’impaginazione dei vari elementi che compongono un articolo in sezione separate e quindi più facilmente gestibili senza correre il rischio di compromettere la formattazione degli elementi vicini.

Se vuoi approfondire l’argomento sul nuovo editor Gutenberg vi è una una guida per aiutarti ad avere una panoramica più completa.

gutenberg wordpress
WordPress Gutenberg

Quali sono i pregi dell’editor Gutenberg di WordPress?

Rispetto all’editor di testo precedente i vantaggi nel suo utilizzo sono abbastanza evidenti.

La suddivisione in blocchi dei contenuti consente di avere una gestione più ordinata dei contenuti con minore possibilità di rovinare la formattazione in caso di pesanti cambiamenti.

I blocchi in caso di necessità li puoi facilmente spostare usando le apposite freccette che vengono mostrate sul lato sinistro di ogni blocco.

Gutenberg WordPress editor
Spostarre blocco in editor Gutenberg WordPress

Con Gutenberg è possibile gestire, inoltre, facilmente i contenuti anche quando bisogna affiancare al testo un contenuto multimediale essendovi predisposto un blocco apposito che si chiama “Media e testo“.

Fra le altre novità da evidenziare vi è la possibilità di navigare nella struttura dei contenuti potendo saltare da un titolo all’altro con un solo click e di ottenere le seguenti informazioni :

  • il numero delle parole presenti nel post;
  • quanti titoli sono presenti nell’articolo;
  • il numero dei paragrafi e dei blocchi.
struttura dei contenuti di Gutenberg
Mostra alcune informazioni utili

La navigazione trai blocchi permette, inoltre, sempre con un solo click di saltare da un blocco all’altro, funzione particolarmente utile nei post lunghi.

Navigazione a blocchi WordPress
Navigazione a blocchi. Gutenberg di WordPress

Ogni tipologia di blocco disponibile è anche rintracciabile tramite un campo di ricerca. In questo modo è più facile trovare ciò che si sta cercando.

I plugin possono, inoltre, aggiungere ulteriori blocchi in modo da poter richiamare le sue funzioni direttamente dall’editor.

I difetti del nuovo editor di WordPress. Quali sono?

Il difetto principale dell’editor Gutenberg di WordPress è l’impossibilità di poter assegnare il colore di testo e di sfondo ad una sola porzione di testo.

Per ovviare a questo problema sarà necessario passare dall’editor visuale a quello del codice del blocco. In questo modo sarà possibile usare i fogli di stile per selezionare la porzione di testo o di sfondo da colorare.

CSS in editor wordpress
CSS editor Gutenberg WordPress

Dall’immagine puoi vedere in celeste il codice Css inserito per rendere una parte del testo di colore giallo.

Per colorare un intero blocco (paragrafo/titolo) l’editor Gutenberg di WordPress ti mette, invece, a disposizione la funzione “Impostazioni colore“, tramite la quale ti consente con un solo click di modificare il colore dello sfondo e del testo, ma non di modificarne solo una porzione.

In “Blocco” sotto la voce “Avanzate” puoi richiamare le classi dei CSS in modo da personalizzare la formattazione.

Questo permette di aggiungere direttamente la formattazione ai tag “H” e “P” potendo richiamare le classi in qualunque momento senza dover digitare ogni volta il CSS come invece è stato necessario fare nell’esempio precedente.

Per creare le classi è necessario conoscere il CSS“. In rete troverai diverse risorse che ti permetteranno di acquisire le conoscenze necessarie per utilizzare il CSS.

WordPress mette a disposizione un editor Css accessibile tramite “Aspetto>Personalizza>CSS aggiuntivo“. Da qui potrai iniziare a scrivere il tuo codice CSS per formattare il testo.

In questo modo potrai ad esempio cambiare il colore dei titoli che non sono modificabili tramite l’editor.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Non ti dimenticare di…

scaricare la guida su WordPress per sapere cosa fare dopo l’installazione.

Ti chiedo di lasciare un tuo contributo o una tua richiesta di ulteriori informazioni su questo argomento usando i commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *