Come usare WordPress 5. Il primo impatto [Guida 2019]

Se sei alla tua prima esperienza con questo CMS (Content Management System), allora sei nella pagina giusta. Qui troverai una dettagliata guida su come usare WordPress e quali sono le sue funzioni spiegate nel minimo dettaglio.

Questa guida è stata aggiornata con l’uscita della versione 5.2 di WordPress dove si annovera la nuova funzione chiamata Site Health.

Il primo passo è entrare come amministratore nel gestionale del CMS.

Per entrare come amministratore digita il dominio del tuo sito internet più wp-login.php. Se il tuo sito internet ha il dominio www.miosito.it, digita: www.miosito.it/wp-login.php.  A questo punto ti serviranno solo il “Nome utente o indirizzo email” e la “password” d’accesso.

Login WordPress
Login WordPress interfaccia

Tutti le funzioni principali descritte in questo post sono posizionate lungo il lato sinistro della schermata e suddivise in sezioni (Bacheca, Articoli, Media, Pagine, Commenti, Aspetto etc…)

Se vuoi conoscere la versione installata e quali sono le caratteristiche principali di un aggiornamento di WordPress, il link su cui cliccare è “Informazioni su WordPress” che è accessibile tramite l’icona di WordPress posta in alto a sinistra dello schermo, e più precisamente sopra la scritta “Bacheca“.

In questo modo entrerai nella pagina di “Benvenuto” di WordPress.

Come usare WordPress
Benvenuto WordPress

Indice dell’articolo

Come usare WordPress: Le info in bacheca

Il viaggio su come usare WordPress inizia dalla bacheca.

Selezionando la voce “Bacheca” troverai nel menù a tendina le voci “Home” e “Aggiornamenti“.

Cliccando su Bacheca oppure su Home entrerai in una pagina suddivisa in blocchi, i quali potranno essere rimossi, oppure spostati con il puntatore del mouse. In questo modo potrai organizzare il contenuto a tuo piacimento.

La voce “Aggiornamenti” ti permetterà di entrare nella pagina dove vengono segnalati gli aggiornamenti disponibili relativi alla piattaforma WordPress, alla traduzione dei testi, ai plugin e ai temi installati.

Benvenuto WordPress
Bacheca WordPress

Sempre dalla “Bacheca” potrai entrare direttamente nell’editor degli articoli, nell’editor delle pagine, o nella pagina per la gestione dei Widget. Nella parte superiore a destra dello schermo , vi sarà invece il pulsante “Impostazioni schermata” che ti consentirà di visualizzare o di nascondere i blocchi della bacheca.

Tutorial WordPress. Wpressplanet
update WordPress
Aggiornamento WordPress

Come usare WordPress: La gestione degli articoli

Avviso: Post e articolo sono la medesima cosa!

Sotto la voce “Articoli” che è posizionata nella barra laterale di sinistra del gestionale, troverai un sottomenù che si divide in:

  • Tutti gli articoli
  • Aggiungi articolo
  • Categorie
  • Tag

In “Tutti gli articoli” viene mostrato l’elenco dei post che sono stati creati e suddivisi fra quelli pubblicati e quelli in bozza. La pagina mette a disposizione oltre al campo di ricerca testuale anche i filtri per selezionare gli articoli in base alla data e alla categoria.

Il filtro “Azioni di gruppo” viene adoperato invece per poter spostare nel cestino o apportare modifiche tramite l’opzione (Modifica Rapida) i post che vengono selezionati insieme tramite la casella di spunta che si trova vicino ad ogni titolo di articolo.

Quando si posiziona la freccia del mouse sul titolo di un articolo vengono mostrati dei link blue che consentono di accedere alle opzioni “Modifica“, “Modifica rapida“, “Cestino” e “Anteprima“.

Articoli WordPress
Articoli pagina

Come usare WordPress. Le funzioni elencate sotto il titolo del post

Per entrare nell’editor dell’articolo puoi farlo cliccando sul titolo del post oppure su “Modifica“; selezionando invece “Modifica rapida” hai accesso solo ad alcune funzioni dell’editor, e non è possibile variare il contenuto dell’articolo. Il link “Cestina” sposta invece l’articolo nel cestino, mentre la voce “Anteprima” consente di visualizzare l’articolo sul sito web quando è ancora in versione di bozzao di revisione.

Il pulsante “Aggiungi articolo” posto in alto prima dei filtri permette di aprire l’editor testuale per scrivere un nuovo articolo.

La guida su come usare WordPress con il nuovo editor di WordPress denominato Gutenberg è descritto con un articolo dedicato. Con la versione 5 di WordPress, Gutenberg è stato integrato nel CMS.

Post articoli wordpress
editor articoli

In “Categorie” puoi creare le tue categorie in modo da poter suddividere gli articoli in base agli argomenti trattati. Sempre da questa sezione puoi impostare le sottocategorie.

In WordPress le categorie principali sono definite “genitore“, mentre le categorie che rientrano sotto la gerarchia di una categoria genitore sono dette “sottocategorie“. In questo modo è possibile suddividere un macro argomento in sotto argomenti.

Creare categorie wordpress
categoria wordpress

Nella schermata delle categorie vi sono da compilare per la creazione di una nuova categoria solo 3 campi:

  • Il “Nome“che fa riferimento al nome da assegnare alla categoria;
  • Lo “Slug” che rappresenta l’url abbreviato della categoria che può essere modificato in caso di necessità.
  • Assegnazione di una categoria genitore già esistente ad una nuova sottocategoria. Se stai creando una categoria genitore, allora devi lasciare il campo “Categoria genitore” come “Nessuna“.

In fine il campo “Descrizione” serve per fornire ulteriore spiegazioni sull’argomento trattato. Questo campo di solito non viene gestito dalle template non essendo indispensabile, e pertanto spesso non visibile sul sito.

modificare categorie su wordpress
Modificare categoria

Cliccando sul nome della categoria oppure su “Modifica” potrai accedere alla pagina per modificare i vari elementi della categoria, con ” Modifica rapida” potrai variare solo il nome della categoria e lo Slug. Il link “Elimina” cancella la categoria e il link “Visualizza” mostra la categoria nella pagina web.

Alla fine della pagina vi è infine un link che commuta le categorie in tag (convertitore di categorie in tag).

Tutorial WordPress. Wpressplanet

Come creare su WordPress i tag e cosa sono

I tag sono delle etichette che unisce gli articoli sotto una specifica keyword. I tag sono inoltre trasformabili in categorie.

Come per le categorie, anche per la creazione dei tag la procedura prevede l’assegnazione di un “Nome” e il campo “Slug” che compone l’url.

Tag wordpress
TAG

Una volta creato il tag può essere modificato cliccando su “Modifica“, oppure con “Modifica rapida“; quest’ultima opzione consente di cambiare solo “Nome” e “Slug“.

In questa sezione è possibile anche eliminare i tag creati e vedere la pagina in anteprima.

TAG WordPress
TAG WordPress
Tag
Tag WordPress

Come adoperare WordPress: La sezione Media

La sezione “Media” è dedicata al caricamento delle immagini sulla piattaforma. Questa sezione ha un sottomenù che contiene le voci “Libreria” e “Aggiungi nuovo“.

Nella “Libreria” vengono mostrate tutte le immagini che hai caricato su WordPress. Posizionando il cursore del mouse sotto ogni immagine vengono mostrati la varie opzioni che sono: “Modifica“, per apportare delle variazioni, “Elimina definitivamente“, per cancellare l’immagine e “Visualizza“, per vedere a grandezza naturale l’immagine caricata.

Media WordPress
Libreria Media

Cliccando su “Modifica” si aprirà una nuova finestra da dove sarà possibile cambiare o aggiungere la “Didascalia“, il “Testo alternativo” e la “Descrizione“. 

Editor WordPress
Modificare immagine

Il pulsante “Modifica Immagine” che permette invece di aver a disposizione gli strumenti di editing per le immagini.

Editor Immagine
Editor immagine WordPress

Come puoi vedere l’editing è ridotto all’essenziale. Le funzioni disponibili sono:

  •  il ritaglio
  • la rotazione
  • la riflessione sia verticalmente che orizzontalmente;
  • scalo delle dimensioni mantenendone le proporzioni. Nella parte “Impostazioni miniature” è possibile decidere di applicare l’effetto del ridimensionamento su:
    • tutte le dimensioni delle immagini
    • miniature
    • tutte le dimensioni ad eccezione della miniatura

Differenza fra pagina e post su WordPress

Su WordPress la funzione “Pagine” crea pagine statiche, questo significa che la pagina esiste sul server anche quando non viene richiesta per la visualizzazione, mentre i “post” sono dinamici, questo significa che il codice all’interno della pagina creerà gli elementi di cui è costituita solo su richiesta e per il tempo di visualizzazione della pagina da parte dell’utente.

Di solito la funzione “Pagine” si utilizza per creare la pagina dei contatti, di chi siamo, della home page, della cookie law, della privacy, del dove siamo etc… Di norma questa tipologia di pagina viene usata per quei contenuti che sono sempre facilmente accessibili dall’interno del sito. Per questo motivo nelle template vengono posizionate nel menù all’interno dell’header e a fine pagina, nel footer.

Le pagine dinamiche sono i post/ articoli pubblicati nel blog.  Dal punto di vista dell’utilizzo non vi è comunque una netta distinzione, ad esempio la Home page può essere in base alle proprie necessità un post oppure una pagina.

Come creare su WordPress una pagina

La sezione “Pagine” non si differenzia dalla sezione “Articoli” per quanto riguarda la gestione e creazione delle nuove pagine web.

Editor Pagine
Pagine Editor
Pagina esempio
Pagina esempio su WordPress

Anche in questo caso per accedere alla pagina web basta cliccare sul titolo oppure su “Modifica“. Come per gli articoli, sono presenti le voci “Modifica rapida“, “Cestina” e “Visualizza“.  L’editor è identico a quello usato per gli articoli.

Gestione dei commenti

In questa sezione puoi gestire i commenti che ricevi dagli utenti.

Commenti WordPress
Commenti

I comandi disponibili sono evidenziati quando sposti il puntatore del mouse sul commento. I link che vengono mostrati sono:

  • Non approvare: il commento quando non è approvato, non viene pubblicato. Nel caso in cui il commento sia già approvato, allora verrà visualizzata la scritta “Non Approvare”;
  • Rispondi: puoi dal gestionale rispondere al commento dell’utente. Si apre una nuova pagina;
  • Modifica rapida: puoi modificare il testo del commento dell’utente, l’email, il nome e l’url. Si apre una nuova pagina;
  • Spam: il commento in automatico la volta successiva non verrà pubblicato. I commenti considerati spam mostrano l’opzione “Non è spam”;
  • Modifica: puoi variare oltre alle voci previste in “Modifica rapida” , anche lo “Stato” : approvvato, in attesa, e spam. Si apre una nuova pagina.
  • Cestina: per cestinare il commento.

Le Template di WordPress: il design del tuo sito

Sempre “Aspetto” trovi diverse opzioni che servono per la gestione delle pagine web del sito.

  • Aspetto/temi
  • personalizza
  • widget
  • menu
  • editor

Nella sezione “Temi” sono presenti tutte le template che risultano caricate su WordPress. Nella medesima pagina è disponibile un motore di ricerca interno dedicato alla ricerca delle template.

Temi Wodpress
Sezione dei temi

Nella sezione “Aggiungi Temi” e possibile ricercare su WordPress.org le template pubblicate sensa dover uscire da WordPress grazie al suo motore di ricerca che è accessibile da questa sezione.

Aggiungere tema wordpress
Aggiungere tema

La pagina suddivide i contenuti: in evidenza popolari, più recenti e preferiti, inoltre il “Filtro funzionalità” consente di di suddividere la ricerca della template per “Soggetto“, “Funzionalità” e per “Layout“.

Filtro temi wordpress
Filtro temi

Come installare un template WordPress dal mio PC?

Dalla pagina “Aggiungi temi” vi è in evidenza il tasto “Carica tema“, premendolo verrà visualizzato il pulsante “Sfoglia” che consentirà di caricare dal pc la template nel formato compresso (.zip).

caricare tema
caricare tema da WordPress

Sotto la voce “Personalizza” si nascondono le funzioni che consentono di modificare l’aspetto grafico della template. Le opzioni disponibili cambiano in base al tema usato.


Personalizzare tema
Personalizza tema WordPress

I “Widget” rappresentano una funzione che consente in modo semplice di aggiungere o togliere elementi dalla barra laterale del layout, nota come sidebar o dal footer.

Widget wordpress
Pagina dei Widget

Quando si installa WordPress la sezione Widget è già popolata da elementi quali gli “Archivi“, il “Calendario” il campo “Cerca” e così via. Per attivare o disattivare un Widget e quini toglierlo dalla pagina web basta trascinarlo via dalla sezione denominata “Barra laterale” o “Footer” cliccando sul Widget e trascinarlo nella sezione “Widget disponibili“.

Questa sezione con l’installazione di nuovi plugin di solito acquisisce nuovi Widget da poter utilizzare, inoltre il numero di sidebar e footer da poter utilizzare cambia in base a come il tema è stato strutturato dallo sviluppatore.

Tutorial WordPress. Wpressplanet

Come creare a gestire i menù su WordPress

La sezione “Menu” permette di creare i menù personalizzati e di posizionarli nell’header o nel footer.

Menù WordPress
creare menù

Scrivi nel campo “Nome menu” il nome da assegnare al menù e premi sul pulsante “Crea Menu

La fase successiva è di decidere quali elementi inserire nel menù. Le opzioni disponibili sono le pagine, gli articoli, le categorie, i link personalizzati, la Home e il blog page, che sono selezionabili spuntando la relativa casella.

Menù wordpress
Struttura Menù

Le voci selezionate verranno mostrate nella sezione “Struttura del menu“, mentre nella sezione “Impostazioni del menu” hai le seguenti voci:

  • Aggiungi automaticamente: le nuove pagine di primo livello a questo menu;
  • Primary menu: serve a posizionare il menù nell’header;
  • Secondary menu: serve per posizionare un secondo menù nell’headere se la template lo supporta;
  • Footer menù: per visualizzare il menù nella parte inferiore della pagina.

In fondo alla pagina vi è il link per eliminare il menù.

In “Gestione posizioni” è possibile posizionare ogni singolo menù creato in base alle posizioni che il tema consente.

Posizionare menù
Gestire posizione del menù

La sezione “Editor” serve ad editare direttamente i file che compongono WordPress, ma è necessario padroneggiare il linguaggio PHP e il codex di WordPress.

I Plugin di WordPress: Cosa sono?

Una parte del grande successo di questa piattaforma è merito dei plugin che consentono di aggiungere nuove funzionalità a WordPress , e pertanto di renderelo talmente flessibile da poterlo utilizzare non solo come piattaforma di blogging, ma anche per creare siti di magazine, siti di E-commerce, oppure integrarlo con un Forum o con una Comunity.

L’utilizzo dei plugin di fatto consente di estendere le sue funzionalità in moltissimi campi grazie alla disponibilità di migliaia di programmi.

In “Plugin” viene mostrato l’elenco dei plugin installati sulla piattaforma propone.

Pagina Plugin
Elenco Plugin

In questa pagina web puoi disattivare i plugin ed entrare nella pagina del settaggio.

Nella parte superiore della pagina trovi dei link di colore blue che hanno lo scopo di suddividerei plugin in base alle seguenti impostazioni:

  • Totali: indica il numero complessivo dei plugin installati;
  • Intattivi: sono i plugin disabilitati;
  • Aggiornamenti disponibili: i plugin che devono essere aggiornati.

In “Aggiungi Nuovo” hai un elenco di porposte di plugin che possono essere installati.

Aggiungere plugin
Aggiungere plugin

Come puoi vedere vengono suddivisi fra Segnalati, Popolari, Raccomndati e Preferti che sono i plugin che hai contrassgnato tramite la piattaforma WordPress.org.

Per installare un plugin basta cliccare sul pulsante “Installa ora“, quanto il tasto cambio con la scritta “Attiva” cliccaci sopra per rendere efettivamente funzionante il plugin.

Sul lato destro della pagina trovi, inoltre il campo di ricerca che consente di effettuare la ricerca tramite la chiave, nome autore e tag.

Ricerca plugin
Ricerca plugin su WordPress

Carica il plugin direttamente dal tuo computer

Caricare plugin
pagina carica plugin

Sempre in “Aggiungi Nuovo” trovi il pulsante “Carica plugin” che ti permette di aprire una finestra dalla quale è possibile caricare il plugin dal tuo pc in formato zippato; con estensione .zip. Per completare la procedura devi premere sul tasto “Installa ora“.

La voce “Editor” consente, inoltre, di accedere ai file che compongono il plugin selezionato per eventuali personalizzazioni. Anche in questo caso è necessario conoscere il PHP.

Come usare WordPress: la gestione degli utenti

Sotto la voce “Utenti” trovi l’elenco delle persone che si sono registrate al sito e il tuo account amministratore.

Utenti WordPress
Utenti

In questa pagina cliccando su “Modifica” puoi cambiare i dati dell’utente, in “Azioni di gruppo” vi è il comando “Elimina” per cancellare la registrazione dell’utente e “Cambia ruolo in…” per modificare il ruolo dell’utente.

Con il pulsante “Aggiungi utente” è possibile da parte dell’amministratore creare direttamente un account utente.

Aggiungere utente su WordPress
Aggiungere utente

Il profilo dell’amministratore: funzioni e personalizzazioni

Nella sezione “Profilo” puoi vedere le informazioni del tuo account amministratore, inoltre in questa pagina web è possibile gestire alcune impostazioni generali di WordPress come lo schema di colore del pannello ammnistrativo del gestionale.

Profilo utente
Profilo

La sezione “Strumenti” mette a disposizone le seguenti voci: Strumenti disponibili, Importa, Esporta, Esporta dati personali ed Elimina dati personali.

Cliccando su “Strumenti disponibili” viene mostrata la pagina che contiene il link “convertitore di categoria e tag” che apre la pagina “Importa” la quale è raggiungibile anche tramite la voce “Importa“.

Gli strumenti di WordPress

Sotto strumenti trovi le seguenti voci:

  • Strumenti disponibili
  • Importa
  • Esporta
  • Salute del sito (Site Health). Nuova funzione WordPress.
  • Esporta dati personali
  • Elimina dati personali.

La funzione d’importazione e d’esportazione

Importazione articoli
Funzione importazione articoli

Nella lista degli strumenti per l’importazione vi è la voce “Convertitore di categoria e tag” dove si trova il link “Installa ora“. Una volta installato il plugin è possibile iniziare la procedura di conversione.

Con la funzione “Esporta” è possibile scaricare in un file XML i contenuti di WordPress.

Esportare contenuti
Funzione esportazione

Come mostra l’immagine soprastante il sistema consente di esportare tutti i contenuti oppure solo specifiche voci.

Site Health. Salute del sito con WordPress 5.2

Con l’ultimo aggiornamento alla versione 5.2 di WordPress appena uscito, la piattaforma mette a disposizione una nuova funzione che si chiama “Site Health“.

Questa pagina si divide in due tab: Stato e Informazioni.

Questa nuova funzione esamina l’installazione di WordPress verificando le prestazioni e la sicurezza indicando in un report il risultato della scansione.

Site Health. WordPress 5.2
Site Health – Verifica lo stato di salute di WordPress

Nella scheda “Stato” il test suddivide le voci in problemi critici e miglioramenti raccomandati. Per entrare nel dettaglio basta cliccare sulla freccetta rivolta verso il bassa vicino alla voce “Sicurezza” e “Prestazioni” per ottenere ulteriori informazioni e suggerimenti.

Site Health Test Passati
Test passati

Se clicchi sul pulsante “Test passati” avrai ulteriori informazioni riguardante le prestazioni e la sicurezza relativi ai test che sono andati bene.

Nella scheda “Informazioni” vi sono, invece, le informazioni tecniche della piattaforma.

Site Health Scheda Informazioni
Scheda Informazioni

La privacy su WordPress: le nuove funzioni realizzate per la normativa

La funzione “Esporta dati personali” è stato introdotto su WordPress per rispettare la nuova normativa del GDPR relativa alla legge sulla privacy.

Esporta dati personali
Esportare dati personali

Con il nome utente o il suo indirizzo e-mail, puoi spedire la richiesta di conferma per l’esportazione dei dati da parte dell’utente tramite un link all’interno della e-mail inviata. Una volta che l’utente conferma tramite questo link di voler proseguire con la richiesta, dovrai tramite il link “Scarica i tuoi dati personali” scaricare il file zippato che contiene a sua voltaun file html che raccchiude tutte le informazioni che WordPress possiede dell’utente.

Una volta scaricato il file, dovrà essere inviato tramite la posta elettronica all’utente.

La funzione “Elimina dati personali” è stato sempre introdotto per rispettare la normativa sulla privacy.

Eliminare dati personali
Cancellare dati

Il meccanismo di richiesta per la cancellazione dei dati personali è speculare nella procedura alla richiesta per l’esportazione dei dati personali.

Le impostazioni di WordPress

Le “Impostazioni” rappresentano le funzioni che servono a settare alcune importanti caratteristiche. La sezione “Impostazioni” si divide in “generali“,
scrittura” , “lettura“, “discussione“, “media“, “permalink” e “privacy“.

Impostazione WordPress
Impostazioni generali

In “Impostazioni” si scrive il titolo del sito ed eventuale motto, mentre nel campo “Indirizzo WordPress Url” e “indirizzo sito Url” si scrive il dominio del tuo sito; nel caso in cui il dominio punti su una directory diversa rispetto alla cartella d’installazione di WordPress, allora digita nel campo “indirizzo sito Url” l’indirizzo a cui deve puntare.

In “Scrittura” si imposta la categoria e il formato articolo che devono essere di default. Quando crei un nuovo articolo viene assegnato in automatico la categoria che è stata scelta in questa pagina quando non si specifica la categoria a cui deve essere assegnato il post; medesimo meccanismo per quanto riguarda il formato articolo.

Impostazione scrittura
Scrittura WordPress

Le altre voci riguardano le impostazioni relative alla posta elettronica.

In “Lettura“, selezionando la voce “Gli ultimi articoli” puoi impostare l’home page del sito per visualizzare al suo interno gli ultimi articoli pubblicati, in alternativa è possibile selezionare la voce “Una pagina statica” e assegnare all’opzione “Homepage” una pagina che funge da Home page e all’opzione “Pagine articoli“assegnare una pagina per gli articoli.

Lettura impostazioni wordpress
Lettura WordPress

Oltre a queste funzioni, vi sono le opzioni per decidere quanti post devono essere mostrati nelle pagine del blog, quanti articoli devono essere mostrati nel feed e se nel feed deve essere mostrato l’intero contenuto dell’articolo oppure solo un riassunto. L’ultima voce che non deve essere spuntata se il sito deve essere indicizzato è la casella che scoraggia ai bot dei motori di ricerca di scansionare il sito.

I commenti di WordPress

La sezione successiva riguarda la gestione dei commenti che viene gestita sotto la voce “Discussione“.

Commenti WordPress
Impostare commenti

In questa pagina puoi settare i commenti, ad esempio pui decidere di chiudere questa possibilità dopo un certo numero di giorni, inoltre puoi inserire in una blacklist i commenti quando nel testo vi sono specifiche parole, uni determinato url, un indirizzo email, un indirizzo Ip, oppure un nome, il commento verrà spostato in automatico nel cestino.

Sotto “Media” puoi impostare le dimensioni di default che devono avere le immagini quando vengono caricate su WordPress. Come puoi vedere sono modificabili le dimensioni della miniatura ed è applicacile il ritaglio alle loro dimensioni esatte.

L’organizzazione delle cartelle relative alle immagini è di default impostato in automatico, suddivise in mesi e anni, ma tale impostazione puoi essere annullata eliminando la spunta sulla voce “Organizza gli upload in cartelle sulla base di mese e anno“. In questo caso tutte le immagini verranno caricate nella cartella generica “uploads“.

Le altre due voci successive servono per regolare le dimensioni medie e grandi delle immagini.

Immagini  impostazioni wordpress
Dimensioni immagini

Il prossimo punto rappresenta una delle impostazioni più importanti che rigurdano i link. Questa sezione chiamata “Permalink” ti permette di settare l’url delle pagine del tuo sito

Impostare link Worpdress
Permalink WordPress

Troverai diverse opzioni fra cui scegliere, ma quella consigliata è “Struttura personalizzata“. Le variabili disponibili da utillizare sono mostrate sotto il campo. Per usarle basta cliccarci sopra per vedere riempire il campo con la variabile o le variabili selezionate.

Di norma basta selezionare la variabile “%postname%” per mostrare nell’url il titolo del post. Nelle “Impostazione aggiuntive” è possibile aggiungere alla categoria o al tag un’altra parola.

Un esempio pratico è il seguente:

se aggiungo “WordPress” nel campo “Base delle categorie” l’url da “dominio.it/categoria” diventa “dominio.it/wordpress/categoria” .

Un’altra opzione che è stata introdotta di recente a causa sulla nuova normativa sulla tutela per le informazioni private è la voce “Privacy”.

Impostazione privacy wordpress
Privacy

In questa pagina web si può impostare una pagina dedicata sulla normativa sulla privacy, inoltre WordPress mette a disposzione un modello già predisposto con le informazioni base.

 
La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Non ti dimenticare di…

abbonarti gratuitamente per restare aggiornato sulle nuove pubblicazioni e scaricare la guida su (cosa fare dopo l’installazione di WordPress) alla fine della procedura d’iscrizione.

Per ulteriori approfondimenti puoi leggere anche i seguenti articoli:

Leggi questa guida è lascia le tue opinioni ed eventuali richieste di maggiori chiarimenti usando i commenti.

2 commenti su “Come usare WordPress 5. Il primo impatto [Guida 2019]”

  1. Ho fatto la registrazione su wordpress ma il layout della homepage mi appare completamente diverso rispetto ai tuoi screenshot. Ad esempio, non vedo il menù a sinistra, la mia schermata è bianca e grigio chiaro. Come mai? Potete darmi un consiglio? Grazie.

    1. Ciao Renata, l’interfaccia dell’amministratore di default è quella che vedi nelle immagini di questo articolo. Se non vedi la barra laterale, ma solo le icone significa che la barra laterale è ridotta ad icona, per stenderla vi è in basso sul lato sinistro della schermata un’icona a forma di freccia racchiusa in un cerchio. Nel commento poiché parli di registrazione mi viene il dubbio che tu ti riferisca alla piattaforma WordPress.com, allora il discorso cambia visto che viene messa in evidenza un’interfaccia personalizzata e pertanto diversa da quella mostrata nelle foto. Nel caso in cui mi sbagliassi, avrei bisogno di qualche dettaglio in più rispetto al problema che riscontri. L’installazione l’hai fatta in locale sul pc oppure su un web hosting?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

YouTube
RSS